Una Passeggiata “fuori porta”…i dintorni di Montalto di Castro-La Costa

Oltrechè della bellezza del suo territorio, della dolcezza del suo clima e del fascino dei siti archeologici, Montalto di Castro gode anche della vicinanza di luoghi e paesi, anch’’essi ricchi di attrattive culturali, paesaggistiche, archeologiche ed enogastronomiche.
A nord, ad appena 20 km, si trova Capalbio, borgo medioevale pressochè intatto, da cui si gode un magnifico panorama sulla Maremma circostante.
Nei pressi, l’’oasi WWF del lago di Burano; poco oltre il promontorio di Ansedonia, sulla cui cima è possibile visitare i resti della città etrusca di Cosa.
Raggiungibile in meno di trenta minuti di auto, sempre verso nord, il bellissimo promontorio dell’’Argentario. Con i paesi di Orbetello, Porto Santo Stefano, Porto Ercole, meta di un continuo flusso turistico. Di qui, con una breve navigazione, si toccano le isole del Giglio e di Giannutri, autentiche perle dell’’Arcipelago Toscano.
Appena poco oltre l’’Argentario, proseguendo sulla S.S. Aurelia in direzione di Grosseto, si incontra il Parco Naturalistico dell’’Uccellina o Parco della Maremma.

Una Passeggiata “fuori porta”…i dintorni di Montalto di Castro-L’entroterra

L’’entroterra, sia toscano che laziale, offre anch’esso mete particolarmente attraenti, raggiungibili da Montalto nell’’arco di 15-40 minuti.
Si tratta di località dove il corso della storia e l’’evolversi delle civiltà, hanno lasciato tracce profonde e significative. Dagli Etruschi ai Romani e, via via la civiltà medioevale e rinascimentale, ed in alcuni casi il periodo barocco e neoclassico, hanno arrichito quei luoghi e qui paesi di monumenti insigni.
Manciano, Pitigliano, Sovana, Saturnia sono nomi noti di paesi toscani prossimi al nostro, possibili mete di escursioni piacevoli ed interessanti.
In territorio laziale Canino (18 Km), con il quale Montalto condivide il Parco Archeologico di Vulci, offre ricche testimonianze artistiche, oltre la possibilità di acquistare il suo olio di oliva noto ovunque. Tuscania (26 Km) e Tarquinia (19 Km) offrono l’’armonia e l’’incanto dei loro centri storici ed il fascino misterioso delle loro necropoli etrusche.
E ancora, a 45 km Viterbo, il capoluogo dell’’antica Tuscia, ricca di splendide fontane, con il magnifico Palazzo dei Papi inserito nel nucleo medioevale della città (quartiere San Pellegrino); nei pressi il teatro romano di Ferento.
A sud, percorrendo la S.S. Aurelia, si incontrano, una dopo l’altra le belle località rivierasche: Civitavecchia ed il suo porto, Santa Marinella, Cerveteri e la sua splendida necropoli etrusca.
Infine, raggiungibile in appena un’’ora di auto, Roma.
In questo ricco e variegato panorama non poteva mancare la possibilità di raggiungere ad appena 35 Km un bellissimo lago: il Lago di Bolsena, con le due isole Martana e Bisentina ed i bei borghi lungo le sue rive.

E’’ difficile, come si vede, immaginare una posizione geografica ed un Habitat socioculturale-archeologico più favorevoli di quelli di cui gode Montalto di Castro.

Per il turista che voglia utilizzare il proprio tempo libero, per arricchirsi culturalmente, oltrechè per godere del riposo, del mare, di paesaggi unici, di una ricca gastronomia, di usi e di una ospitalità con radici millenarie.