I Monti Cimini

L’area dei Monti Cimini è compresa tra i comuni di Soriano nel Cimino, Ronciglione, Caprarola, Canepina e San Martino al Cimino (frazione di Viterbo).

La Faggeta

L’altitudine massima è ad appannaggio del Monte Cimino (Faggeta) a circa 1050 slm. La Faggeta del Monte Cimino ricopre l’omonima montagna per quasi 60 ettari. Per tutto il medioevo fino agli inizi del XX sec. questo bosco fu utilizzato come pascolo per i suini.

Alla fine del XIX secolo alla Faggeta di Soriano nel Cimino cominciò ad essere riconosciuta una valenza paesaggistica e turistica che ancora oggi è valida.

Passeggiando tra gli antichi e maestosi faggi si incontrano i segni dell’antica attività vulcanica del luogo da cui sono nati i cosiddetti “domi”. Ammassi di magma raggruppato in piccole alture coniche sormontate da enormi massi tondeggianti.

Tra i massi presenti in Faggeta uno in particolare cattura l’attenzione dei visitatori: si tratta di un grande macigno ovoidale che si regge in bilico, da secoli, su una stretta base di appoggio. Detto anche “sasso menicante” (o, in dialetto sorianese, “naticarello”). Facendo leva con un bastone è infatti possibile farlo oscillare in maniera evidente, tanto che Plinio il Vecchio lo definì un vero “miracolo della natura”.

Gli altri Monti

Anche i monti circostanti sono abbastanza alti a creare un comprensorio che comprende anche il lago di Vico, che si trova a ben 510 metri slm, ed è tra i grandi laghi quello più alto in tutto il territorio italiano.

La zona montuosa dei cimini ha origini vulcaniche e comprende anche il monte Fogliano (962 metri slm), Poggio Nibbio, e il monte Venere che sovrasta il lago di Vico dai suoi 850 metri slm. Anche il monte che sovrasta Viterbo, la Palanzana (circa 800 metri slm) è una propaggine del sistema montuoso dei Cimini ed è anch’esso di chiara origine vulcanica.

Tutti i centri abitati facenti parte del comprensorio dei Cimini meritano una visita e alcuni sono anche considerati stazioni climatiche viste le loro caratteristiche di salubrità dell’aria e dell’ambiente.

Degne di nota le produzioni di Nocciole, Castagne e Marroni e la raccolta dei fantastici funghi porcini dal sapore e profumo inconfondibili. Anche la cucina, l’enogastronomia e gli altri prodotti di questa zona fortunata sono effettivamente da provare e gustare con calma,insieme all’ottimo olio extravergine d’oliva ed ai salumi prodotti ancora artigianalmente.

Anche la produzione vinicola è degna di nota soprattutto a scendere verso la zona di Canepina, Vignanello, Vallerano.

Per Info:  tel. 0761 653008  – fax  0761 625169 – email: info@cmcimini.it