Galluccio_

“Gallù” Antonio Galluccio in mostra

Prosegue l’intensa attività dell’associazione culturale MusicArte. Con il Patrocinio del Comune di Montalto di Castro promuove l’arte, l’artigianato e le tradizioni di questa terra chiamando ad esporre artisti locali.

Da oggi, ore 19, presso il PIT di Pescia Romana  è possibile visitare la mostra “Gallù Antonio Galluccio in mostra”, esposizione di opere d’artigianato in legno.

Ogni oggetto di sua produzione oltre ad essere un unicum è frutto della trasformazione e dell’assemblaggio di legni trovati, recuperati in edifici abbandonati, raccolti sulla spiaggia quando il mare, dopo averli cullati nel loro lungo viaggiare, rigetta sulla terra. Gallù ne individua le qualità, le proprietà, restaura e ridona loro prestigio e resistenza.
Un tavolo, una lampada, uno specchio sapientemente lavorati per ricordarci che ogni cosa, possiede in potenza la capacità della trasformazione.
È il legno medesimo a chiedere di diventare qualcosa. A lui resta solo di interpretare la voce: il resto è solo manualità.

Antonio Galluccio, in arte Gallù, arriva a Pescia Romana dalla Calabria all’età di 18 anni. Già da tempo lavorava come falegname nella terra natia, attività che proseguì una volta giunto in Maremma. Ben presto capì che per lui non era più sufficiente saper lavorare il legno, voleva essere un artista! Nel 2004 apre la propria falegnameria a Pescia Romana, dove elabora il proprio stile, all’insegna del riciclo. Ogni oggetto da lui prodotto, oltre ad essere un unicum è frutto della trasformazione e dell’assemblaggio di legni trovati, recuperati in edifici abbandonati o raccolti sulla spiaggia. Lui ne individua le qualità, le proprietà, le restaura e le ridona valore. Un quadro, una lampada, uno specchio…possono ricordarci qualsiasi cosa! Possono prendere vita grazie al lavoro di mani sapienti.

E’ il legno medesimo a chiedere di diventare qualcosa. A lui resta solo di interpretarne la voce: il resto è solo manualità!